Integral pratiche: Strategie Integrate, per Medio Oriente crisi â € "Fresh Initiative Avvio di Don Beck â €" I

dall'editor

Il Medio Oriente. Una zona di rotture politiche costanti, di kamikaze, di odore cordite e martiri umani. Razzi sofisticati per via aerea, gas lacrimogeni e autobombe nascoste che Vanquish vita come niente. Una politica mondiale che guarda la perdita di vite umane e di battaglie sanguinose, senza non essere in grado di sollevare un dito. Due paesi (Israele e Palestina) che siedono ai tavoli negoziali solo per piantare più vendetta e incorrere in altro senso di colpa. Una crisi intenso che è pieno di sete di sangue, vendetta e il comportamento animista. Una terra dove l'uccisione di massa è un affare quotidiano e l'olocausto è storia orribile.

Integral Politica Medio Oriente: anche dopo aver evoluto nel corso diverse decine di migliaia di anni, la specie umana è in grado di trovare un â € œThird Waya € a questioni delicate e guerre fatte in nome della razza, colore ed etnia. Il Medio Oriente è solo uno di loro. Sia il metodo George Tenet o lo sforzo George Mitchell, ogni cosa ha il suo unico insieme di elementi mancanti, che ha lasciato andare i fattori importanti che la fiamma sia i lati lungo la Linea Verde. Per usare il gergo integrale, ci sono stati diversi â € œpartial truthsâ € espresso, diverse soluzioni parziali discusse, ma non c'è mai stata una soluzione completa ed esauriente per allentare le tensioni e mettere giù le passioni. Con l'emergere di visione del mondo integrale, è giunto il momento che si applica l'ideologia della politica integrale e la coscienza mondocentrico alla crisi in Medio Oriente. Alcuni studiosi Integral hanno tentato questo e Don Beck (l'uomo dietro Spiral Dynamics) è solo uno di loro. Questo post esplorerà le soluzioni integrate offerte da lui per risolvere la crisi in Medio Oriente e raggiungere un consenso che sia favorevole sia agli Israeliti e palestinesi.

Perché un approccio integrato? Semplice. Tutti gli approcci â € "Sinistra e Destra â €" hanno fallito nella zona Medio Oriente. Alcuni approcci basta chiamare per i tavoli negoziali e quando le cose cominciano a prendere forma, muoiono a metà strada, senza trovare alcuna via d'uscita. A volte innescano più vendetta. Come Beck si dice, â € œWe spesso rifiutano di affrontare le dure verità fino a quando tutte le parti si trovano sanguinante, sfinita, vanquishedâ € con distruzione anche i rapporti e le risorse fisiche che sono necessarie per inventare un futuro migliore. â € œThe mitica fenice che risorge dalle ceneri è troppo spesso un vulture.â vendicativa € Â L'approccio integrato è un approccio emergente che promette di esaminare tutti gli aspetti della questione. Non è un â € œpartial € truthâ (come gli altri), ma una teoria che unifica tutte le verità parziali. Applicazione del metodo integrale sarebbe anche testimoniare l'applicazione pratica del metodo. Infatti, â € œIntegral Practicalâ € è una serie che si concentrerà su tutto tale pratica, l'applicazione giorno per giorno di integralismo nei campi della politica, della vita in generale, di lavoro o di formazione. Don Beck, Ray Harris, Jeff Meyerhoff e pochi altri studiosi Integral hanno preso la briga di trovare una soluzione integrale del problema del Medio Oriente. Vediamo prima vedere cosa Beck ha da offrire.

Don Beck duri Truths: Don Beck offre una soluzione strategica per il problema del Medio Oriente nel suo saggio intitolato, â € œHard Verità e Fresh Start: una strategia coraggiosa, globale e integrata per il Medio EASTA €. Che cosa c'è di così speciale questo lungo tesi è, Beck mette fatti in tutta finzione (ipotesi), al fine di permettere alle persone di comprendere le questioni fondamentali o sotto-la-superficie di trigger della terra. Egli opina che il â € œHard Truthsâ € del terreno deve essere accettato e se mai, hanno bisogno di una soluzione essere noleggiati dopo l'analisi delle dure verità.

Don Beck dice che ci sono diverse â € œhard truthsâ € in crisi in Medio Oriente, che dobbiamo riconoscere. Una volta fatto questo, di intraprendere un nuovo inizio sarà facile e semplice. Di seguito sono riportati l'elenco delle dure verità dichiarata dal Beck:

1. Nessun leader del paese sarà in grado di risolvere il â € "crisi soprattutto i leader israeliani e palestinesi. Beck opina che non vi è alcun punto nel portare i leader del paese a tavoli negoziali. Questo perché entrambi i leader sono superati dai emozioni come rabbia, sete di sangue e di vendetta, e quindi è impossibile per loro di venire a una soluzione pacifica. Inoltre, entrambe le parti cercano di incolpare l'altro campo per le situazioni attuali. Incidenti sono geolocalizzati e il passato è narrato con la vendetta e furore, tanto che l'altro campo è sopraffatto dal senso di colpa. Mentre Israele è piena di ricordi orribili di un passato dell'olocausto, i palestinesi sono un € œtrapped in una vita di miseria, mentre il resto del mondo si muove ahead.â € Entrambe le parti sentono la forza dell'avversario in modi diversi â € ", mentre uno (Israele) è tecnologicamente superiore e sofisticato, l'altro è a basso contenuto di armi ad alta tecnologia e, quindi, ricorre a tecniche semplici ma devastanti come autobombe, attentati suicidi, martiri umani e di altre forme di interruzioni. Questo tipo di asimmetrie nella guerra porta ad ulteriori frustrazione, la paura del nemico e di rabbia.

Qual è in realtà il problema? Sono motivi o metodi di mantenimento della pace abbastanza competente per affrontare la realtà del terreno? Invece di finire a giocare la colpa-gioco, si dovrebbe guardare a questo a livello di sviluppo psicologico. Beck dice, gli israeliani con i loro società avanzate, rappresentano il primo Mondiale in Medio Oriente, mentre i palestinesi, ancora lottando per venire, rappresentare il Terzo Mondo. L'odio tra i due può essere attivato a causa di odio generale contro il sviluppata Primo Mondo. Ma nonostante sia nel Primo Mondo, la vendetta istinto è ancora immanente in entrambi i paesi.

2. paralizzante e la dinamica di polarizzazione: entrambe le società mostrano ciò che Beck chiama, una dinamica € œparalyzing e polarizingâ €. Un solo atto violento da un lato farà scattare l'altro ad agire nello stesso kind. Occhio per occhio, sangue per sangue l'istinto è ancora prevalente, anche nei settori più avanzati della società. I leader israeliani che sono moderate sono minacciati, maltrattati o assassinati. Così, la leadership cresce da aperto e progressista a ideologie a muso duro al rosso in denti e artigli. Se un leader deve esistere nel suo ruolo, lui deve dimenticare di essere moderato e parlare per la sua società. I leader di entrambe le società sono soggetti a problemi intra-sociali anche. â € œMassive intrigo, la frammentazione, e recriminationsâ € sono alcuni di loro. Un â € œvirulent Jihada € soffoca tutte le voci moderate della tribù israeliani o palestinesi, e solo coloro che sostengono la jihad arriva a sopravvivere come leader nella società.

3. La crisi è un sintomo, non una atto principale: Questo punto di vista è la più â € œIntegralâ €. Beck considera questa crisi come un sintomo di trasformazione globale invece di un atto di disarmonia comunale. Vede ci sono diverse correnti sotterranee sotto questa crisi. Egli opina che la gente vuole rompere con il â € œpredator-Preya € configurare e quindi la crisi. â € OEone potente e corrente implacabile, innescata dalla fine della guerra fredda, è alla guida di miliardi di persone a fuggire l'esistenza predatore-preda da forme di feudalesimo sociale e psicologico. La ricerca è di un significato in un fine trascendente, spesso catturati in forme religiose puritane o display patriottiche di loyalty.â indiscusso € Altri tentativi attuali di staccarsi dalle imposizioni di ⠀ œ-ismsâ €. Tutto gente vuole è un laico, vita individuale. Vi è una terza corrente che è contro la crescente materialismo â € "un mondo in cui il denaro conio delle nazioni sviluppate", mentre il sottosviluppo del Terzo Mondo, senza un centesimo di risparmiare per il pasto successivo. L'ultima corrente è contro tutte le nazioni materialiste, sia Israele e le Nazioni Unite o di qualche paese sviluppato in Europa.

4. Condizioni esplosive sono sfruttate per l'auto-gain: Un'altra dura verità è, condizioni esplosive sono sfruttate per l'auto-gain. â € leader œDemagogic e statesâ rogue-driven € giocano un ruolo enorme in questo. Ci sono molte persone che sfruttano tali condizioni e li manipolano a loro vantaggio personale â € "che si tratti di un motivo capitalista o un movente politico. Come Don Beck dice, â € œWe spesso di vedere gli effetti della mano brutali, o il pay-off contaminato o la spedizione di armi clandestine o l'insidiosa â € œdealâ € come individui a proteggere personaggio pubblico attraverso esposizioni pie di fervore religioso, l'orgoglio etnico o l'identità culturale. La sala della vergogna ha molti candidates.â contemporaneo € Dato che questi elementi sono presenti in entrambi i lati della Linea Verde, non vi è alcuna superiorità morale in entrambe le società.

5. La copertura mediatica peggiora le cose: Una situazione di crisi deve essere maneggiato con cautela da parte dei media. Ma i media globale non è tale. E ci sono molti giocatori al mondo della televisione che vogliono salire alle stelle il loro TVR di essere preoccupato per alimentando sentimenti di vendetta e di odio. La maggior parte dei mezzi di comunicazione si schiera â € "E 'sempre un € œusâ € e â € œthemâ € e non c'è terza prospettiva. Passato è scavata a spese di futuro. Con la riproduzione incidenti passati, essi alimentano ulteriori disordini e favorire l'impianto di attentati suicidi. Beck dice â € Formata œbipolar € dei media dovrebbe essere fortemente condannato e un nuovo punto di vista terzo dovrebbe essere presentato. Beck chiama questo un â € œflatlanderâ € prospettiva. Una prospettiva che è di alcuna utilità per i media o le persone e viene applicata solo ulteriormente sommossa.

Beck Strategia: Beck ha iniziato con la dichiarazione di dure verità, invece di affrontare direttamente il problema. In queste â € œhigh ego-involvementâ €, anche di terze parti â € œneutralâ € voci perdono sia â € œcredibility e obiettività nelle menti degli ideologi e extremistsâ €. Anche se un mondo pieno di think tank sono coinvolti nella soluzione della crisi, e ognuno cerca di trovare un terreno comune e acque curative del perdono, la crisi resta e continua a peggiorare. La strategia di Beck per il problema Isa lungo e comporta la considerazione di molti aspetti. Esamineremo le sue strategie nel nostro prossimo post .

Si tratta di una serie di post sulla crisi in Medio Oriente. È possibile accedere qui la Parte I , Parte II e Parte III del post, "Integral pratiche: Strategie integrate per la crisi del Medio Oriente - Fresh Iniziativa Avvio di Don Beck"

Collegamenti di riferimento:

 del 1. Don Beck € œ dure verità e Fresh Start: una strategia coraggiosa, globale e integrata per il Medio Oriente â €

2. Ray Harris: â € œ Note integrali sulla Israele / conflitto arabo â €

3. Nader detto: â € œ Essere un arabo in Israele: una prospettiva integrale dall'Interno â €

Post precedente:

Next post: